Dove l’acqua con altra acqua si confonde premiato a Visioni Italiane

DOVE L’ACQUA CON ALTRA ACQUA SI CONFONDE di Gianluca Mangiasciutti e Massimo Loi si aggiudica tre riconoscimenti alla 22° edizione di Visioni Italiane che si è svolta a Bologna a fine febbraio.

Primo premio nella sezione “Visioni Acquatiche” con la seguente motivazione “l’acqua come barriera che può dividere ma al tempo stesso unire e diventare tramite di relazione e autenticità, in un corto dal finale delicatamente dolceamaro”.

Menzione Speciale nella sezione “Visioni Sarde” con questa motivazione “per l’ambientazione insolita che vuole essere evocativa di una vita solitaria ancora immersa nel liquido amniotico. Molto raffinato il riferimento alla poesia dove l’acqua con altra acqua si confonde di Raymond Carver che ha ispirato il titolo”.

E infine Menzione Speciale assegnata dalla Giuria Giovani “per l’originale sviluppo e il finale a sorpresa”.